Mostre

Il videogioco non è solo entertainment. È un media, un’espressione culturale, un generatore di emozioni,  visioni del mondo, idee e storie. È la nuova arte del XXI secolo.

__________________________________________

ASSASSIN’S CREED tra storia e mito: Biblioteca di Vernate, Vernate

 
__________________________________________

WE DON’T PLAY_Non stiamo giocando: Isola di San Servolo, Venezia

La mostra Giocare con le Forme/GameArtREvolution, aperta al pubblico dal 15 al 20 giugno, include le opere di 60 artisti italiani di game art, video in loop di Blizzard (World of Warcraft e Heroes of the Storm), di Ubisoft (Assassin’s Creed e postazione di gioco su Ipad per Valiant Hearts), installazioni esclusive a sorpresa in concomitanza con l’E3 di Los Angeles, arte e progetti interattivi di studenti e laureati dei corsi di Grafica d’Arte, Pittura, Nuove Tecnologie per le Arti (NTA) dell’Accademia di Belle Arti di Venezia.

Artisti in mostra: Samuele Arcangioli | Sofia Arcuri | Luca Baggio | Erica Bertolacci | Emanuele Bresciani | Davide Cappelletti | Andrea Chiarato | Fabio Corica | Sergio Cosmai, |Marco Crosera | Antonio De Luca | Michele De Marchi | Matteo De Petri | Francesco Delrio | Enrica Fastuca | Mirco Failoni | Martina Felisatti | Antonio Gargiulo | Giacomo Giannella | Giuliana Geronimo | Carlo Gioventù | Claudia Gironi | Stefano Gurnari | Ludovica Liera | Emanuele La Loggia | Giuseppe Longo | Giovanni Maisto | Arianna Mancini | Stefano Mancini | Alice Manieri | Daniela Masera | Libero Masini | Riccardo Massironi | Antonio Minuto | Alfredo Monaldi | Igor Molin | Biancamaria Mori | Paolo Nagase | Gabriella Parisi | Mauro Perini | Boban Pesov | Serena Piccolo | Massimo Porcella | Ivan Porrini | Angela Reale | Vincenzo Riccardi | Antonio Riello | Luca Roncella | Alessia Sangalli | Giuditta Sartori | Filippo Scaboro | Cristian Scampini | Maria Elena Silletti | Francis Leo Tabios | Claudia Tuci | Federico Vavalà | Giuseppe Vigolo | Selena Zanrosso | Antonella Zerbinati.

Viene presentata a Venezia per la prima volta una selezione, arricchita di novità, dell’esposizione di opere di game art di giovani artisti italiani tenuta nell’ambito di Lucca Comics&Games 2014 presso Villa Bottini, patrocinata da Ubisoft e divenuta rappresentativa del potenziale estetico dell’industria videoludica: le arti che creano il videogioco, e quelle che ne nascono, si sono rivelate in quell’occasione nelle loro forme di concept art, programmazione, sviluppo, sound, interattività. L’iniziativa a Lucca ha ottenuto una risposta stupefacente: ben 80.000 visitatori in 4 giorni. A Venezia questo evento ripensato e riproposto con novità e varianti è un’occasione unica, ricca e magica come la Notte Bianca del solstizio d’estate.

__________________________________________

Villa degli Assassini: Villa Bottini, Lucca Comics and Games  

Dal 30 Ottobre al 2 Novembre 2014, accanto al Contest nazionale lanciato per fan di tutte le età e aspiranti illustratori, nel grande evento di Lucca Comics and Games in Villa Bottini è previsto il coinvolgimento di tutto il gruppo di artisti di Game Art Gallery, con ospiti di MenteZero e altri autori contemporanei dall’Accademia di Belle Arti di Venezia e non solo, per la realizzazione di opere di game art (dalla concept alla game, dal video al machinima) in omaggio ad Assassin’s Creed per l’uscita dell’episodio ambientato durante la Rivoluzione Francese, Unity. In mostra una cinquantina di grandi opere realizzate da circa cinquanta autori tra i game artist italiani più affermati e bravi sia nella concept art che nella computer graphic, ma anche artisti contemporanei che dipingono e scolpiscono con metodi tradizionalmente materici. In questo modo il pubblico godrà di una grande mostra di arte contemporanea che cita la storia del ’900 con l’interpretazione degli artwork di Assassin’s Creed e restando fedele al tema diventerà molto particolare e interessante per il pubblico di appassionati e di richiamo anche per l’esterno. Ci sarà anche la ricollocazione della Macchina dei Ritratti di Samuele Arcangioli, presentata in prima al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano, per fruizione del pubblico nel padiglione, ma espansa in forma lineare.

GIOCARE CON LE FORME_ASSASSINI E AVANGUARDIE DEL ‘900

Decollezione di arte videoludica

Ideazione e cura di Debora Ferrari e Luca Traini, Game Art Gallery Neoludica

Testi di mostra in collaborazione con Emanuele Cabrini e Francesco Delrio

Collaborazioni mostra e promozioni ARTISTI di Game Art Gallery

Ambra Bonaiuto, Andrea Ferrari, Riccardo Hofmann, Salvo Mica, Carlo Gioventù e Biancamaria Mori di MenteZero con tutti gli artisti, Gloria Vallese dell’Accademia di Belle Arti di Venezia con gli artisti, Cristian Scampini e i colleghi ‘digitalisti’, Caterina Seri, Streamcolors.

 ARTISTI di Game art Gallery: Samuele Arcangioli l Luca Baggio | Andrea Chiarato | Fabio Corica | Paolo Della Corte | Matteo De Petri  | Giacomo Giannella | Giovanni Maisto | Daniela Masera | Riccardo Massironi | Gabriella Parisi | Mauro Perini | Serena Piccolo | Johnny Pixel | Ivan Porrini | Eleonora Prado | Antonio Riello |  Luca Roncella | Alessia Sangalli | Giuditta Sartori | Filippo Scaboro | Cristian Scampini | Maria Elena Silletti | Francis Leo Tabios | Claudia Tuci | Federico Vavalà | Giuseppe Vigolo | Selena Zanrosso | Antonella Zerbinati

ARTISTI DA MENTEZERO: Luca Negri | Alice Manieri | Valeria Cosenza | Maddalena Negrini | Stefano Mancini | Libero Masini | Sofia Arcuri | Marco De Sanctis | Ludovica Liera | Jacopo Bongini | Biancamaria Mori | Carlo Gioventù | Erica Bertolacci | Filippo Magrini

ARTISTI ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI VENEZIA:  Andrea Chiarato  |  Giuseppe Vigolo  |  Francesco Zanatta | Igor Molin

DIGITALISTI E CONCEPT ARTIST:  Sergio Cosmai |  Angela Reale | Antonio Minuto | Nicola Sammarco  | Giuseppe Longo | Paolo Nagase | Vincenzo Riccardi | Mirko Failoni | Federica Vivarelli | Massimo Porcella

ARTISTI LE VERITÀ DELL’ANIMUS: Francesco Delrio | Enrica Fastuca | Claudia Clo Gironi

_______________________________________

Art (R)Evolution, Museo Temporaneo: Milano, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci”

Dal 21 Settembre al 11 Novembre 2012, in mostra quadri, filmati, installazioni, postazioni interattive e modelli storici di Leonardo Da Vinci per esplorare la serie di Assassin’s Creed che ha fatto dell’Arte e della Storia il suo centro e la sua missione. Art (R)Evolution è un progetto curato da Debora Ferrari e Luca Traini legato a Game Art Gallery (lo scorso anno ha portato l’arte dei videogiochi alla 54 Biennale di Venezia) con E-Ludo e la partecipazione al concept di Riccardo Hofmann, per leggere e approfondire arte e cultura contenuta nei videogiochi. Al Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia di Milano si vedranno un centinaio di opere tra quadri, filmati, allestimenti. Il più importante museo tecnico–scientifico italiano, che fin dalle sue origini favorisce il dialogo tra arte e scienza, ospita vere e proprie opere d’arte contemporanee di un singolo videogioco riconoscendone il valore culturale e artistico. Per info e tariffe, visita il sito del Museo MUST.

 __________________________________________

Art (R)Evolution, sezione Comics: Milano, WOW – Museo del Fumetto

Il WOW Museo del Fumetto di Milano apre la sezione Comics e Grafica di ASSASSIN’S CREED Art(R)Evolution, per creare un circuito nel capoluogo lombardo, insieme al Museo Scienza, integrando per il pubblico la visione del museo temporaneo di Assassin’s Creed che si espanderà per la città. La sezione esposta allo WOW Spazio Fumetto è impreziosita da un estratto dal Codice di Altaïr insieme a opere d’arte contemporanea, in aggiunta alle bellissime tavole giapponesi, a quelle di Ascendance, di Embers e di The Fall, video e trailer. Esclusive dell’esposizione al Museo del Fumetto saranno: il Codice di Altaïr in versione inedita e in parte pubblicato sul catalogo edito da Skira (disponibile al bookshop del museo), tre ritratti su tavola realizzati da Samuele Arcangioli, il Tributo ad Ezio Auditore realizzato dall’artista No Curves, una videoelaborazione di Massimo Giuntoli e venti opere selezionate dal Concorso lanciato da Musea ed E-Ludo. Per ulteriori informazioni su orari di apertura e tariffe, visita il sito del Museo WOW.

__________________________________________

Landscapes Rewinded: Roma, Caffé Letterario

Inaugurata il 4 luglio 2012 al Caffè Letterario di Roma, con la presentazione ai giornalisti di Assassin’s Creed III, la mostra Landscapes Rewinded ha proposto un approfondimento incentrato sui paesaggi romani che hanno caratterizzato Assassin’s Creed Brotherhood. “Paesaggi riavvolti” nel senso di una ripresa della visione di un paesaggio fotografato oggi e riambientato nel XVI secolo, passando attraverso generi e forme artistiche  che hanno reso nota la pittura italiana nella storia universale dell’arte. Perché ancora oggi giovani concept artist, rapiti dalla qualità di questa rappresentazione, riprendono forme e soggetti solo apparentemente interrotti nel tempo.  Rinascimento e manierismo italiano, vedutismo francese e fiammingo, Piranesi, romanticismo e più recenti rivisitazioni del figurativo unite alle nuove forme dei comics degli ultimi trent’anni si fondono nell’unicum del cosmo videoludico. Come durante l’Umanesimo o all’epoca del Grand Tour, nel 2008 i creatori di Assassin’s Creed del team canadese di Ubisoft hanno fatto una campagna fotografica molto dettagliata a Roma – così come a Firenze e dintorni e Venezia – per creare il vasto repertorio di immagini necessario a dar vita agli artwork per il gameplay. Dal carboncino al digitale l’emozione scaturita dall’osmosi di arte e tecnologia è sempre profonda.

__________________________________________

La macchina dei ritratti: Firenze, Scuola Internazionale di Comics

Dal 13 al 27 luglio 2012, la Scuola Internazionale di Comics di Firenze, ha proposto un excursus incentrato  sulla ritrattistica di alcuni dei personaggi della saga degli “Assassini”, in sintonia con la grande tradizione artistica fiorentina e le più recenti innovazioni formali apportate dal fumetto. A questi è stato abbinato il progetto ligneo de La macchina dei ritratti, opera dell’artista Samuele Arcangioli, presente in Neoludica alla Biennale di Venezia dello scorso anno, omaggio al labirinto di personalità dei protagonisti del videogioco: Desmond Miles, Altaïr Ibn-La’Ahad, Ezio Auditore. E il dedalo delle modalità operative della creazione di tutti i videogiochi avviene in varie fasi e in numerosissimi studios. Come ha scritto Debora Ferrari nel catalogo edito da Skira: “L’arte del videogioco viene creata come in una ‘bottega rinascimentale globale’ dove oltre ai game designer e ai creatori del concept, decine di artisti lavorano ad una precisa mansione e sono i professionisti dell’esecuzione. Come il Maestro creava la visione dell’opera e ne tracciava il disegno sul cartone per lasciare in mano alla bottega l’esecuzione di mani, piedi, paesaggi, lumeggiature… così nel videogioco lavora chi disegna, chi fa la texture, chi colora, chi costruisce le ombre, chi inserisce il movimento, chi cura environments e soundtrack, voci e doppiaggi. E Assassin’s Creed si bagna a lungo nelle acque nel nostro Rinascimento, riuscendo a tradurci come attuali anche le macchine di Leonardo, che di fatto non riuscì mai a far volare l’uomo”.

Comments are closed.